Tag

, , , ,

Il risotto alla milanese si diversifica da quello  allo zafferano per la presenza del midollo; non si può dire che sia un piatto dietetico e leggero ma il sapore è davvero appagante e il colore giallo  riesce a portare un raggio di sole anche in una giornata uggiosa come quella di oggi.

Come spesso accade anche all’origine di questo piatto c’è una leggenda: verso la fine del ‘500 un giovane vetraio fu chiamato a Milano per restaurare le vetrate del Duomo. Il giovane amava aggiungere alle paste colorate un po’ di zafferano (questo gli valse il soprannome di Zafferano).Un giorno il Maestro, scherzando,  gli disse che lo avrebbe aggiunto anche nel cibo.

Terminato il lavoro vennero celebrate le nozze della figlia del Maestro e il giovane, d’accordo con il cuoco che curava il banchetto, decise di far aggiungere lo zafferano al riso. Sembra sia nato così questo risotto, vero o no poco importa, è bello che ci sia una storia dietro ad ogni ricetta.

Image

Ingredienti

gr 320 di riso Carnaroli

gr 50 di cipolla bianca tritata

gr 50 di burro

4 cucchiai di grana padano

gr 50 di midollo

mezzo bicchiere di vino bianco secco

1 bustina e mezzo di zafferano

L 1,5 di brodo vegetale

sale

Soffriggere la cipolla in 25 grammi di burro, unire il midollo e un po’ di brodo;versare il riso e farlo tostare;

Image

bagnare con il vino e farlo evaporare. Diluire lo zafferano in poco brodo e aggiungerlo al riso; continuare la cottura aggiungendo di tanto in tanto il brodo.

A fine cottura mantecare con il burro rimasto e con il grana padano.

Un Franciacorta rosé può accompagnare egregiamente il risotto alla milanese.

Annunci