Tag

, , ,

Ecco un’altra ricetta della serie “a casa mia non si butta via nulla”.

Sapete qual è il modo migliore per gustare la “barba” del finocchio o meglio ancora quando è la stagione giusta il finocchietto selvatico? Un pesto con i pistacchi.

Giorni fa ho acquistato al mercato di Udine tre  bei finocchi con una ricca”barba” che sarebbe stato davvero un peccato buttare via e così ne ho fatto un pesto per condire gli gnocchi di patate. Ovviamente potete condire anche la pasta o il farro.

dscf2829

Ingredienti per 4 persone

per gli gnocchi

kg 1,5 di patate (pasta farinosa)
gr 150 circa di farina
1 o 2 uova
sale

per il pesto

la barba di due -tre finocchi

gr 40 di pistacchi

olio extra vergine di oliva

pecorino o parmigiano

sale

Lessate le patate con la buccia in abbondante acqua finchè  non risulteranno morbide.

Schiacciatele con il passapatate anche con la buccia.

Formate una fontana, fate intiepidire e aggiungete uno o due uova intere ( dipende dalla grandezza) e iniziate ad impastare. Aggiungete il sale e la farina un po’ alla volta.

Prendete un po’ di impasto alla volta e formate dei cilindri dai quali ricaverete gli gnocchi. Passateli sui rebbi della forchetta o sull’apposito attrezzo (si trova nei negozi di casalinghi) in modo che si formino delle rigature che permetteranno di raccogliere meglio il sugo.

Frullate il finocchio con qualche grano di sale e i pistacchi; aggiungete l’olio e  il formaggio grattugiato un po’ alla volta. Diluite il pesto con un po’ di acqua.

Cuocete gli gnocchi, raccoglieteli con la schiumarola e scolateli, distribuiteli nei piatti e conditeli con il pesto. Io ho aggiunto anche qualche piccolo dadino di gelato al parmigiano che avevo preparato il giorno prima.

In abbinamento una Malvasia.

Annunci