Tag

, , , , , , , , ,

Forse io non ho una stagione preferita perchè cerco di trovare in ognuna di esse il bello che ci può offrire. L’autunno non è amato da molti perché dicono che porti tristezza ma mi  domando come ci si possa sentire tristi ammirando lo spettacolo di  colori che la natura ci offre in questo periodo. Mi piace anche perché sulle nostre tavole iniziamo a portare piatti un po’ più consistenti che ti scaldano solo a guardarli.

La ricetta di oggi è quello che si può definire un vero comfort food.

I pici me li hanno portati  Anna e Angelo come “souvenir “da una delle loro frequenti “scappate”in Toscana. I pici sono una specie di grossi spaghetti che richiedono un sugo piuttosto saporito e il cinghiale si presta perfettamente per  preparare un ottimo ragù. State sicuri che con un piatto così anche la più uggiosa delle giornate autunnali vi sembrerà  più gradevole.

 

Ingredienti per 4 persone

gr 400 di pici

gr 500 di polpa di cinghiale

1 carota

1 costa di sedano

1 piccola cipolla

2-3 chiodi di garofano

1 bicchiere di passata di pomodoro

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

trito di rosmarino,salvia,timo

1 bicchiere di vino rosso

pecorino toscano

olio extra vergine di oliva

sale,pepeDSCF9319

Tritate cipolla,  carota e  sedano e soffriggete in poco olio. Aggiungete la carne tagliata a piccoli pezzi con il coltello, i chiodi di garofano e il trito di erbe aromatiche. Rosolate, bagnate con il vino e fate evaporare. Versate la passata e unite il concentrato di pomodoro, salate e pepate. Cuocete per circa tre ore.

Lessate i pici (cuociono in circa 22 minuti) e conditeli con il ragù. Se vi piace cospargete pecorino toscano.

Il vino nobile di Montepulciano si abbina in modo egregio al piatto.

 

Annunci