Tag

, , , , ,

Approfittando degli ultimi giorni di vacanza ho deciso di passare qualche giorno a Bologna da  Francesca e a Parma da Anna.

Vi chiederete il perché di questo titolo…bene, in via Piella si trova una finestrella che si affaccia su un canale, sembra di essere a Venezia. Come riporta la targa sulla parete accanto alla finestra, Canale di Reno è scampato alle coperture attuate fra gli  anni trenta e cinquanta del 1900. Questo tratto di canale fungeva da fossato difensivo della seconda cerchia muraria. In passato era fornito di lavatoi privati costituiti da tavolati di legno sospesi sul livello dell’acqua e di botti e vasche in cui si calavano le lavandaie per lavare i panni senza bagnarsi.Piuttosto insolito questo angolo di Bologna.

DSCF1720

Quando si visita Bologna non si può non passare in piazza Maggiore, a San Petronio, in via d’Azeglio dove si trova la casa di Lucio Dalla, in Galleria Cavour a lustrarci gli occhi  da Tiffany; obbligatoria anche una passeggiata nei vicoli dove numerose bancarelle espongono frutta, verdura, fiori, pesci.Naturalmente il mio sguardo si sofferma anche ad osservare le vetrine dove troneggiano enormi vassoi di tortellini.

DSCF1712DSCF1711

Dopo tanto camminare la fame si fa sentire e allora dove andiamo a mangiare? A Bologna c’è solo l’imbarazzo della scelta;

mia figlia che conosce qualche locale decide di portarmi alla Trattoria del Rosso dove dopo un “leggero” antipasto con polenta fritta e formaggio squacquerone ci facciamo una lasagna alla bolognese…mmmmmmm che bontà.

Cosa bere con due piatti così? Lambrusco naturalmente.

Annunci