Tag

, , , ,

Per dare “un tocco” in più a un filetto di maiale basta poco. Giorni fa ho acquistato il BLU 61, un formaggio erborinato che ho assaggiato durante la presentazione della commedia  “la locandiera” di Goldoni, nel foyer del Teatro Nuovo  della mia città.

Questo formaggio,  fatto macerare nel vino Raboso passito e mirtilli rossi, ha un equilibrio  perfetto, sia il dolce dei mirtilli e del passito, sia l’erborinatura non sono mai invadenti. Viene prodotto dalla Casearia Carpenedo di Camalò di Piovegliano in provincia di Treviso. Ha anche vinto il primo premio nel 2012 a Parma nell’ambito del concorso Alma Caseus organizzato dalla Scuola Internazionale di Cucina diretta da Gualtiero Marchesi. Il Blu 61 trionfa anche negli scaffali dei grandi Magazzini Harrods di Londra.

Naturalmente ho apprezzato tutti i sapori del formaggio su crostini di pane accompagnati da un Sagrantino passito; ho voluto,comunque, sperimentare un abbinamento con il filetto di maiale.

Se avete difficoltà a trovare questo formaggio potete provare anche con un altro tipo di erborinato. A Udine non lo vendono pertanto ho dovuto acquistarlo a Pordenone da ” Giuseppe Forniz in viale Cossetti 26.

Immagine

Ingredienti

1 filetto di maiale

formaggio erborinato Blu 61

olio extra vergine di oliva

timo

sale,pepe

Immagine

Tagliare il filetto a fette un po’ spesse e rosolarle nell’olio; cospargere il timo e cuocere circa 6 minuti per parte, salare e pepare; verso fine cottura distribuire un cucchiaino di formaggio su ogni fetta e chiudere con un coperchio per far sciogliere il formaggio.

Servire accompagnando con un Raboso del Piave, vino strutturato e caldo.

Annunci