Tag

, , , , , ,

La melagrana è un frutto che sin dall’antichità rappresenta la fecondità e l’abbondanza.In Turchia,solo per fare un esempio, la sposa dopo la cerimonia getta a terra una melagrana e il numero dei chicchi che ne esce indica quanti figli avrà la coppia.

Anticamente era anche usato in cucina,il suo succo, ad esempio, costituiva un  condimento (il nostro aceto).

Oggi viene usata,sia per preparare carni, antipasti,risotti, sia in pasticceria. Si possono, inoltre, fare ottime gelatine da accompagnare con i formaggi.

Io ho preparato il risotto. Per facilitare l’estrazione del succo ho tagliato a metà il frutto e l’ho inserito in uno schiacciapatate con i semi rivolti ai fori. Metodo semplice  e veloce.Ho tenuto da parte alcuni chicchi per decorare il piatto.

Ingrdienti

gr 320 di riso

succo di 3 melagrane

1 scalogno

1 bicchierino di marsala secco

brodo vegetale

olio extra vergine di oliva

una noce di burro o panna

sale

Immagine

Far appassire lo scalogno;versare il riso e tostarlo. Bagnare con il marsala (può essere sostituito da spumante ) e farlo evaporare.

Aggiungere il brodo di tanto in tanto.

A metà cottura versare il succo di due melagrane. Il rimanente succo lo farete ridurre in un pentolino con un piccolo cucchiaino di miele (toglie un po’ di acidità).

Mantecare con poco burro o panna e parmigiano.

Servire il risotto “all’onda”. Decorare con i chicchi di melagrana e qualche goccia di succo ridotto.

Immagine

In abbinamento un Franciacorta brut rosé Berlucchi.