Tag

, , , , , , ,

Impastare farina e uova,tirare la pasta e dalla sfoglia veder uscire tagliatelle,garganelli,tagliolini,lasagne,mi procura un piacere immenso.

La pasta nei suoi diversi formati è stata celebrata da pittori,scrittori,registi. Basti pensare ad Alberto Sordi nel film “Un americano a Roma”che davanti a un fumante piatto di maccheroni pronuncia la celebre frase”tu m’hai provocato e io me te magno”

La pasta si trova menzionata in molti  trattati storici di cucina nati a Mantova, Ferrara, Venezia,Firenze e Roma tra la fine del Trecento e il Cinquecento. Nel Codice dell’Anonimo Toscano del XIV secolo conservato nella Biblioteca Universitaria di Bologna si trovano citate le lasagne(fatte senza uova):”togli farina bona ,bianca;distempera con acqua tiepida , e fa che sia spessa ;poi la distendi sottilmente e lassa sciugare , debbi ansi cocere nel brodo di cappone o d’altra carne grassa, poi metti nel piattello con cascio grasso grattato a suolo a suolo, come ti piace”.

Per fare la pasta all’uovo bastano due ingredienti

100 grammi di farina per ogni uovo.

Avrete bisogno anche del mattarello o della macchina  per tirare la sfoglia e se vi volete dilettare a preparare formati diversi anche la “chitarra”(tipica abruzzese) e il “pettine”per i garganelli,ma anche per gli gnocchetti sardi.

 

Disporre la farina sulla spianatoia,formare la fontana e rompere le uova.Con l’aiuto di una forchetta portare la farina al centro un po’ alla volta. Impastare con cura fino ad ottenere un composto  liscio.Coprire e lasciar riposare per circa un’ora.

Tirare la pasta con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottile;per fare meno fatica si può tirare con la macchina.

Immagine

Lasciare asciugare pochi minuti.

Ora  ricaverete dalla sfoglia la forma  desiderata.

Tagliatelle: avvolgere la sfoglia formando un rotolo;tagliare con un coltello le tagliatelle (circa 6mm) e dipanarle.Immagine

Garganelli: tagliare la sfoglia in quadrati, porli in diagonale sull’apposito attrezzo,avvolgerli nel bastoncino passandoli sul “pettine” per farli chiudere e formare le rigature

Immagine

Pasta alla chitarra:stendere la sfoglia sulle corde e aiutandosi con il mattarello far scendere i maccheroni

Immagine

Ed ecco pronta la nostra pasta. Che soddisfazione!

Immagine

Annunci